Lavoro

Popolazione con un impiego remunerato

Quote di popolazione con un impiego nell’età compresa tra i 20 e i 64 anni le percentuali indicano una situazione ancora a sfavore delle donne:

lavoro grafico 1

Fonte: Eurostat, 2012

È interessante osservare le oscillazioni del gender gap che sta lentamente diminuendo:

lavoro grafico 2

Fonte: Istat, 2013

 

La situazione diventa più critica se consideriamo le quote di popolazione con un lavoro remunerato nella fascia di età compresa dai 55 ai 64 anni:

lavoro grafico 3

Fonte: Istat, 2013

lavoro grafico 9

Fonte: Istat, 2013

 

Per quanto riguarda il lavoro part-time, nel 2014 l’Eurostat ha registrato queste eclatanti differenze:

lavoro grafico 4

Fonte: Eurostat, 2014

 

Anche la categoria dei lavoratori autonomi mostra un sensibile gender gap:

lavoro grafico 5

Fonte: Eurostat, 2014

 

Interessante è altresì considerate l’impatto del diventare genitori sull’impiego individuale. Prendiamo in considerazione donne e uomini nella fascia di età compresa dai 20 ai 49 anni con la presenza di un bambino dai 0 ai 6 anni a carico:

lavoro graafico 10

Fonte: Eurostat, 2014

Tempo e lavoro

Nel primo quarto del 2014 si sono registrati di volumi di lavoro formale così ripartiti (ore a settimana):

lavoro grafico 7

Fonte: Eurostat, 2014

 

Precarietà

Lavoro temporaneo

 

lavoro grafico 8

Fonte: Eurostat, 2014

 

Tassi di disoccupazione

lavoro graafico 11

Fonte: Eurostat, 2014

 

Popolazione e tassi di disoccupazione a lunga durata

 

lavoro grafic 12

Fonte: Istat, 2014

 

Popolazione inattiva (fonte: Istat e Eurostat)

Popolazione inattiva

 

 

Popolazione a rischio di povertà in Italia (fonte: SILC)

 

Popolazione a rischio di povertà

 

A livello europeo, nell’arco temporale 2005-2011, i dati relativi alla popolazione a rischio di povertà hanno mostrato queste tendenze (fonte: Eurosta, EU-SILC)

 

lavoro grafico 13

Gender Pay Gap

Alla luce di questi dati è innegabile che le donne continuano a costituire la forza lavoro cosiddetta vulnerabile esposte a maggiore rischio di povertà e esclusione. Va tenuto in conto che la diseguaglianza di reddito ha dimensioni diverse che passa anche dalla differenza di salario.

Diseguaglianza di genere nella retribuzione mensile

Fonte: Eurostat

 

Stima delle entrate annuali

Dati del 2010, fonte: Eurostat

 

Gender Pay gap in base all’età

Fonte: Eurostat

Voci correlate

Partecipa con i tuoi commenti sulla nostra pagina Facebook, oppure seguici sul profilo Twitter.

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedIn

Partecipa con le tue idee e i tuoi commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *